Intervista a Verena Varaschin di Varaschin S.P.A, azienda veneta di arredamento e design, per “Arredare casa in pillole”: – L’arredo e il design giocano un ruolo fondamentale perché è nell’arredo che ognuno trova la propria identità e la propria “casa” –

Per il progetto Arredare casa in pillole di UrbanDonna – Casa, abbiamo intervistato Verena Varaschin di Varaschin S.P.A, azienda veneta di arredamento e design, e ci siamo fatti dare qualche consiglio a partire da come muovere i primi passi in una casa vuota, passando per quali colori scegliere quest’anno e che cosa non dovrebbe mai mancare tra le mura (e fuori)… Ecco che cosa ci ha rivelato.

Immaginiamo di entrare in una casa totalmente bianca e vuota, da che cosa si parte?

La casa è il luogo dove la gente si sente al protetto e coccolata. Per questo motivo, un elemento fondamentale della casa può essere il colore, che porta gioia e calore, o un elemento di arredo come una poltrona, dove la persona può sentirsi rilassata, protetta e coccolata allo stesso tempo.

I tre colori di Varaschin del 2016?

Difficile riassumere le mille proposte di Varaschin per il 2016. Diciamo solo che tra i colori 2016 abbiamo il grigio, che da sempre dà un tocco di eleganza, l’azzurro, che è il colore della tranquillità, e le varie sfumature di marrone, dal beige e corda al color cioccolato, per accontentare tutti i gusti.

Il vostro pezzo che non dovrebbe mai mancare?

Un mobile di arredo con intreccio per non dimenticare quanto sia prezioso il lavoro artigianale. Le nostre produzioni artigianali dimostrano quanto sia ancora apprezzato il lavoro a mano che permette, con una serie di giochi di intrecci, di creare mille forme e mille figure anche utilizzando i materiali più semplici, pur sempre di qualità.

Meglio minimal o abbondare?

Mai abbondare. L’abbondanza crea spesso molta confusione. Il minimal invece permette di apprezzare ogni singolo oggetto, anche il più semplice che a volte nemmeno notiamo.

Che cosa serve per chiamare la casa, “Casa”?

Come già detto, Casa è dove ci si sente protetti e coccolati; “Casa” non deve essere per forza intesa come 4 muri e un tetto. A casa ci si sente ovunque. Quante volte si dice “finalmente casa” quando si scende da un aereo dopo un lungo viaggio. E quante volte si dice “come a casa” anche a chilometri di distanza. Casa può essere quindi un posto qualunque, sia all’aperto che al chiuso. Per questo motivo l’arredo e il design giocano un ruolo fondamentale perché è nell’arredo che ognuno trova la propria identità e la propria “casa”.

La vostra pillola per i nostri lettori?

Da sempre i nostri prodotti rappresentano un mezzo ideale con cui poter trasferire il meglio della nostra arte e della nostra cultura. Così, i progetti esprimono ed avvolgono la nostra vita.

fonte : http://urbanpost.it